Quando finisci un libro

Mi succede sempre quando finisco un libro di Carofiglio, quasi mai con gli altri autori che leggo, anche se il testo mi abbia appassionato davvero. Mi succede solo con lui, appunto, la nostalgia immediata della pagina finita.

Li ho letti tutti i suoi libri, quelli dell’Avvocato Guerrieri, quelli del maresciallo Fenoglio, quelli di altri personaggi più o meno familiari o conosciuti. Li ho amati tutti, Guerrieri di più.

E’ quel modo suo di scrivere, di raccontare la lentezza dei momenti, l’immobilità degli istanti, il passare del tempo che toglie e regala, necessariamente trasforma.

Quel modo solo suo di raccontare i luoghi, la Bari che troppo poco mi sono trovata a percorrere, che nelle sue pagine assume un fascino unico e molto personale. Il sapore adoro di mare, i vicoli antichi, le librerie aperte di notte, i ristoranti con le tovaglie di carta che regalano i piatti tipici migliori.

Il cibo è un racconto a latere nelle storie di Carofiglio, ma fondamentale. La bellezza delle serate lente, a parlare davanti a una bottiglia di vino e un pesce ben cucinato. Gli sguardi che raccontano con in mano l’ultimo bicchiere, l’ora tarda che induce a restare ma anche a fare una passeggiata per le vie del centro storico abbandonato.

Le sue storie sono il racconto di sé in cui ritrovarsi, frasi lunghe in cui si ricordano, a volte, i giorni andati, spesso con la nostalgia del tempo che passa e delle scelte già fatte e non più discutibili. Le digressioni sono la parte migliore, aiutano meglio a entrare nella storia, e a vedere i personaggi muoversi con abilità.

La macchina giuridica, magistralmente raccontata, è uno sfondo perfetto per vivere la storia, sempre diversa in ogni libro e mai scontata, così nel durante e così nella sua fine. E così in questo suo ultimo libro, iniziato e finito con l’urgenza dei minuti, dei secondi, degli istanti.

Il desiderio del profumo del mare mi accompagna in ogni momento.

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Lasciarli crescere

Eccomi. Dopo l’estate. Mi leggete Qui.

Su genitori crescono.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Quell’estate con Andrea

Racconto per il concorso letterario provincia cronica pubblicato Qui

Se vi va … io intanto faccio una pausa qui.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Maria e lo sguardo di Teresa

Eccomi a voi. Se volete leggermi, su Genitori crescono

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

L’empatia, le battaglie e la pioggia

Eccomi. Anche questo mese. Su Genitori crescono.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Intervista a “mamme per la pelle”

Oggi intervisto Gabriella Nobile, presidentessa di mamme per la pelle. Leggetemi Qui.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Tutte le colpe di Chiara

Eccomi. Anche questo mese. Leggetemi su Genitori crescono

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Scrivo per gc

Eccomi. Al decimo anniversario di genitori crescono. Se vi va leggetemi Qui

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il sogno di Alessio

Eccomi qui, anche questo mese.

Leggetemi su Genitori crescono

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Sei un bambino cattivo

Riprendo dopo un po’ di tempo. Leggetemi sempre su Genitori crescono.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento