Soffia forte il vento nel cuore di mio figlio

A volte sento che le cose avvengono per un disegno preciso, mai casuale, parte di un progetto più grande.
Non avrei letto questo libro se non avessi preso per sbaglio un foglio di un mio collega, finito per caso tra le mie stampe in ufficio.

Insieme alla mia diffida, triste e impersonale, trovo l’invito a una presentazione, il titolo del libro mi lascia ferma e mi scuote all’improvviso.

Chiedo a chi appartiene questo foglio e il mio collega e amico di anni mi dice che è suo. “È una presentazione a cui sono andato, il libro è un racconto di una madre, messo per iscritto da un mio amico. Ha dato voce al desiderio di una donna di parlare della sua storia e del percorso di suo figlio in una comunità”.

Non mi serve altro, me lo faccio portare il giorno dopo e subito lo leggo.

Giugno è un mese strano, per me molto faticoso, e denso di sentimenti contrastanti. I sorrisi per l’estate alle porte e la fine della scuola si alternano ai pianti, per ciò che c’è stato, per ciò che sarà, per l’incertezza, e per la commozione.

Quest’anno, piu’ degli altri, faccio fatica a trattenere, a controllare, anche a capire. Mi porto dietro per alcuni giorni un fardello pesante, mi ritrovo in pieno giorno ad asciugare le lacrime, che a volte scendono a sorpresa. Sono stanca e a volte preoccupata, insieme festeggio e tremo, ballo alle feste di fine anno e crollo esausta a orari improbabili.

Mi trovo per le mani questo libro nel momento giusto, mi sento vicino a questa madre che si mette in discussione e si butta in una nuvola nera, sempre più profonda.

Capire i propri figli a volte è difficile, ci si sente impotenti e incapaci di aiutarli, si cammina in un labirinto intricato, apparentemente senza via d’uscita.

Nei problemi ci si perde, ci si confonde, le proporzioni sfuggono e si barcolla alla ricerca di una soluzione immediata, senza la pazienza di un percorso a volte urgente e necessario.

Capisco il desiderio di Carolina di raccontare la sua storia, mi trovo immediatamente vicino a questa donna sincera, che si mette a nudo con coraggio, cade per rialzarsi e camminare in equilibrio.

Sebastiano, Seba, e’ l’occasione per farlo, come spesso succede i figli sono un’opportunità. Seba era in un momento difficile, in cui cercava la propria identità nel modo sbagliato, senza trovarsi. Le sue inquietudini si trascinavano da anni, senza via d’uscita, fino a sfociare in una spirale distorta di dipendenza. 

Carolina ha affrontato un percorso tormentato e difficile, fino ad accettare l’unica soluzione possibile per Seba, ossia la comunità. Il gesto più difficile per una madre, separarsi da un figlio, per un tempo indefinibile e sospeso, e con il terrore che ai suoi occhi questo gesto appaia un abbandono. 

Difficile arrivare alla scelta, difficile portarla avanti, difficile convivere con una mancanza atroce, un dolore fisico insopportabile e lacerante.

Le lacrime di Carolina si sono confuse spesso con le mie, anche in metropolitana, quando giravo le pagine rapita e lontana da ciò che mi stava intorno. Vivevo con Carolina in questa Milano caotica e anonima a volte, a volte invece piena di calore inaspettato. Sentivo le parole di Carolina e i suoi scritti, la vedevo guardare il mare e le onde all’estremità dell’isola di Salina, fissando un orizzonte difficile e incerto. 

Ho pianto e gioito il giorno in cui Seba era pronto per tornare, e in cui ha deciso per se’ di iniziare un nuovo percorso, prendendomene la responsabilità da ragazzo grande.

Mi sono immaginata questa madre, questo padre, questa famiglia allargata che ha dovuto spezzare e ricostruire equilibri e rapporti, facendo a pezzi e ricostruendo dalle macerie.

L’emozione di leggere un libro ben scritto, con le parole giuste, capace di rendere emozioni forti senza paura di nascondersi dietro una pagina lontana.

Ti abbraccio Carolina, chiunque tu sia.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Soffia forte il vento nel cuore di mio figlio

  1. Ktml ha detto:

    Stupenda descrizione.
    voglio leggere questo libro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...