Fermata Toledo

  
Non riesco a lasciare andare Napoli dai miei ricordi, non posso farla scivolare via, come altri posti che ho visitato e che hanno lasciato una scia troppo lieve, quasi trasparente.
Ho scritto un racconto per me, e l’ho regalato a un’amica che avrebbe voluto seguirmi, e che invece e’ rimasta lontana, aggrappata al dolore e al buio della notte.
Ho ordinato tre libri, dopo una lunga ricerca, nella nebbia di una Milano sospesa affondo la testa in queste pagine crudeli. E’ descritta la Napoli dei contrasti, dei rioni lasciati soli a combattere una guerra, delle battaglie silenziose che resistono da anni.
E’ la Napoli nascosta dietro la stazione Toledo, la piu’ bella d’Europa per la magnificenza dello spettacolo che offre. Scale mobili enormi, soffitti alti che sembrano volte celesti, muri colorati come dentro al museo, per occhi incantati a cercare le stelle.
Mi sono fermara anch’io a guardarmi intorno, mentre salivo verso l’uscita e verso il successivo percorso. A un passo i quartieri spagnoli, le bandierine colorate, le pizzerie dalle luci al neon per attirare i visitatori.
Napoli e’ un’Italia che in qualche modo mi appartiene, persa nelle voci e nei colori accesi, nelle tavole imbandite, nei riti popolari e nella gente, che li’ si affaccia e qui si nasconde.  E l’ho capito camminando per Spaccanapoli e arrivando per caso in questo vicolo stretto in cui mi sono sentita salutare così, dall’alto di una finestra. 

Vico Scassacocchi, una signora mi dice “ciao bella” e le sorrido, mentre due ragazzi fumando parlano a bassa voce davanti a una tavola apparecchiata, quasi sul marciapiede.

Mi guardano seri, non ricambio lo sguardo, mi rendo conto solo dopo che questo e’ il cuore di Forcella, e quando lo scopro ho un brivido e un’emozione, e i ricordi mi travolgono come un secchio d’acqua gelida.

Non ho finito no, le immagini sono cartoline che come chiodi mi trafiggono. Lascio dove sono le ferite e vado avanti, a cercare di capire.

  

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...