Il regalo del venerdì: riprendere a studiare

20140707-153503-56103588.jpg

Ho guardato, cercato, trovato su internet quello che cercavo.
Ho preso un quaderno dei bambini e tolto fogli pasticciati, ho incollato con lo scotch a pois le pagine ridotte a brandelli.
Ho stampato un riassunto lungo millenni, dall’inizio sino ai giorni nostri.
Gli ominidi, la Mesopotamia, i greci, i fenici gli etruschi. I romani, Carlo Magno, il medioevo, da li’ si parte.
Ho preso penne, pennarelli ed evidenziatori, ho ripreso da dove avevo smesso, quando ero una studentessa che al mattino prendeva il suo posto in biblioteca e ripeteva a bassa voce.
Studiavo legge, con una passione che in fondo non mi è mai arrivata. Ero una brava ragazzina, magra e sorridente. Avevo tanti amici e due genitori che vivevano per me, mi divertivo spensierata alle feste.
La mia strada forse non l’ho ancora trovata ma un percorso l’ho iniziato e vado avanti.
Ora sono una donna di quarant’anni, ho un lavoro, tre figli e molto altro, e mi scopro in una fase nuova della mia vita.
Un faro ha illuminato i miei giorni, da li’ sono nate tante cose, e ora mi piomba addosso questa.
Venerdì, il giorno dei regali, proprio venerdì.
I bambini sono a letto, mio marito e’ fuori, io mi siedo sul letto in canottiera e da li’ inizio.
Leggo ad alta voce, scrivo, evidenzio, come un tempo, questo mi regalo.
E alle due e mezza sono ancora li’.
Un nuovo inizio.
La bellezza di poter sempre ricominciare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il regalo del venerdì: riprendere a studiare

  1. Prossimavoltamamma ha detto:

    Però, che idea fantastica quella del quadernone, come quando ancora si studiava sul serio! Io, ogni volta che mi metto in testa di prendere, chessoio, un libro di storia contemporanea in mano, in realtà dimentico tutto dopo qualche tempo! Invece il quadernone, ( poi per delle grafomani) è proprio il massimo: al primo dubbio, lo riapri et voilà!

  2. acasadiclara ha detto:

    la stora antica non ho mai finito di studiarla, è stata sempre parte della mia vita, perchè quello che studiavo all’università per fortuna o purtroppo era davvero passione. che si è un po’ assopita negli anni in azienda, ma mai davvero addormentata perchè coltivata con fatica con qualche viaggio e qualche museo. internet aiuta in questo perchè ci sono un sacco di appassionati fuori di testa che fanno cose geniali e a seguirli (ad esempio i musei che si buttano nel social) si imparano tante cose. e condivido anche questa cosa di tornare a studiare , perchè anche io ho intrapreso nuove vie. non so se con la stessa soddisfazione dell’antico, ma ogni periodo della vita ha i suoi argomenti. ciao e buona estate!!!! (noi andiamo a vedere siti vikinghi, non è la stessa cosa di Olympia, ma avranno un fascino anche loro…spero!!!)

    • valewanda ha detto:

      Io invece ho studiato una cosa che non mi ha dispiaciuto ma forse neanche troppo appassionata. Ora la sto ripercorrendo con grande interesse e la cosa mi piace molto! Segnalano qualche cosa sui Social di questi pazzoidi fuori di testa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...