La vetrina di “Gingilla”

20131203-090546.jpg

“Gingilla” nasce a Milano da un’idea di Daysi e Simona, a Milano non è solo un negozio di cose usate ma un punto d’incontro degli abitanti del quartiere. Il progetto, che qui viene raccontato dal marito di Daysi, mi è piaciuto subito, e ho deciso di raccontarlo in un’intervista.
Non è un post sponsorizzato ma un desiderio di condividere nato spontaneamente conoscendo una sera d’estate, sotto le stelle, le persone che ruotano attorno a questo mondo.
Per i milanesi, credo che valga la pena farci un salto, anche solo per scoprire la vita di un’intera comunità.
Vi lascio l’intervista.

1) Sacha, in due parole cos’è Gingilla?
Gingilla è un negozio dove il cliente/fornitore porta abbigliamento ed accessori in conto vendita.
I capi vengono tenuti esposti per un certo periodo, poi vanno in saldo.
Una volta venduto il ricavato viene diviso tra cliente e negozio nella percentuale pattuita.

2) come vi è venuta l’idea di questo negozio?
Gingilla nasce dall’idea di Daysi (mia moglie) e Simona, nostra amica dai tempi in cui i bambini andavano al nido.
Tutti assidui frequentatori di negozi dell’usato.
Quando si è presentata l’occasione di un negozio vicino a casa ci siamo lanciati nell’impresa.
La situazione economica attuale ha dato l’impulso a pensare ad una attività dove sia cliente che impresa possano collaborare e guadagnare.

3) il quartiere come ha accolto la vostra iniziativa?
Il quartiere ha reagito con grande partecipazione.
Il negozio è diventato il punto di ritrovo dei bambini e genitori.
I negozi del Villaggio Barona, dove ci troviamo, sono sempre in contatto tra loro per iniziative come l’ormai famoso Mercatino dei Pulcini
Inoltre accogliamo collaboratori provenienti dai centri di salute mentale della zona per integrarli nel lavoro.

4) ho visto che fate dei bei laboratori per bambini impostati sul riciclo: cosa avete in mente per i prossimi mesi?
Il laboratori sono sicuramente la parte più divertente dell’attività.
Abbiamo una ragazza che segue i piccoli nelle realizzazione dei lavoretti.
Siamo partiti con i braccialetti intrecciati, gli orsetti fatti con i collant, il prossimo sarà un portafoto con i giornalini dei fumetti.
Grazie a questa collaborazione di volta in volta si scelgono nuove idee per i piccoletti.
Il magazzino sotto al negozio è pieno di tappi, cartone, cannucce, tutto ciò che si può usare per creare qualcosa.

5) l’idea trainante del negozio e’ proprio il riciclo come scambio. Anche a casa avete questa filosofia?
Siamo sempre stati votati al riuso.
Dall’abbigliamento, le bici, le auto, i giocattoli.
L’idea di base di non gettare, rimettere in circolo tutto, gli oggetti e le idee.
Lo scambio riguarda principalmente il conoscersi, il rapporto diretto con i clienti.
I nostri clienti li conosciamo tutti per nome.

6) un motivo per venire da Gingilla.
Si trovano tante occasioni a prezzi vantaggiosi.
Ciò che si acquista si può usare e poi rivenderlo nuovamente.
I piccoli possono giocare mentre i genitori fanno shopping.
Le proprietarie sono simpatiche e se non trovate niente potete sempre bere un the con loro.

http://www.gingilla.com
facebook/gingillamilano
twitter/gingillatweet
info@gingilla.com

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...