Era Pasqua

20131014-160954.jpg

Era Pasqua e cantavo “Via del campo” a squarciagola.
Ero io, era lei, a passeggio tra le vie di Genova, a guardar vetrine e mangiare focaccia.
Era caldo, sole a picco, aspettavamo la nave per andare, io e lei, a studiare, a guardare il mare.
Era rosa quella macchia di colore, questi fiori che si rincorrevano sul lungomare, sempre lo stesso.
Erano versi di latino che studiava lei, diritto penale quello che leggevo io, erano chiacchiere e struggenti confidenze.
Li amavamo, poi sono spariti, ne abbiamo incontrati altri e ce li siamo sposati.
Eravamo felici, a mangiar pizza quella sera a Stintino, era insolito e bello essere li’ noi due, a vent’anni senza genitori con i libri sotto il braccio.
Lei correva, io leggevo e la aspettavo sotto la pineta, disegnavo fiori e guardavo i suoi passi veloci.
Era un mare azzurro quello che ci univa, due pensieri vicini, legati stretti, ancora a fianco dopo tutti questi anni.
C’era lei, c’ero io, un tempo bello, fiorito, una vita, che ancora vedo qui.
Ci sei tu, e tutte le cose che abbiamo fatto e che faremo.
Dedicato a te, e alle Valentine.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...