Scendo. E mi bevo un caffè.

20130203-215007.jpg

Domenica pomeriggio, per una commissione vado in macchina dall’altra parte della città, poi torno indietro.

Giro la faccia e mi viene in mente che da sempre vorrei entrare in un certo bar a bere un caffè.

20130203-215227.jpg

E’ il luogo che è magico, non tanto il bar, che all’interno non è nulla di speciale. Il contorno e’ la fine del naviglio Martesana, questo qui.

20130203-215348.jpg

E’ molto vicino a casa dei miei, ora per me e’ scomodo ma un tempo d’estate andavo spesso.

20130203-215439.jpg

Prendevo la bici e i libri e andavo a studiare diritto, a preparare gli esami, non sempre, ma a volte era un luogo che mi rigenerava.

20130203-215539.jpg

Trovavo il punto giusto, la giusta panchina o il prato più comodo, e mi sedevo tutto il pomeriggio a studiare. Poter disporre di questo tempo in una domenica assolata mi manca, ma mi accontento.

20130203-215659.jpg

Invece che proseguire dritto accosto la macchina e scendo, salgo sul ponte e mi guardo intorno, osservo dei ragazzi che chiacchierano, una di loro ha una bella sciarpa rossa, vorrei saperla fare.
Entro e ordino il caffè, poi vado in bagno e mi faccio una foto allo specchio.

20130203-215838.jpg

Mi giro e guardo dalla finestra del bagno: c’è un piccolo cortile immobile, deserto, chissà chi abita in quelle case.

20130203-215926.jpg

E’ strano ma questi dieci minuti mi fanno respirare un po’ e mi illuminano sui dubbi che ultimamente non mi lasciano tranquilla.

Riprendo la macchina, canto una canzone di tempo fa, guardo il cielo.
Mi aiuta anche quello oggi, talmente bello che non sembra neanche Milano.

20130203-220109.jpg

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

17 risposte a Scendo. E mi bevo un caffè.

  1. Biancume ha detto:

    Che belli questi 10 minuti fuori dal mondo 🙂 il posto sembra un set di un film e tu hai un bel sorriso

  2. enikő ha detto:

    mi è piaciuto il tuo racconto. questi momenti di pace, questi caffè fuori mano in compagnia di se stessi e magari un pò del passato servono molto. è come cambiare aria in una stanza dall’aria avvizzita…

  3. ktml ha detto:

    Che bella quella zona di Milano…. mi piacerebbe visitarla!

  4. vulin ha detto:

    che ora era vulin, eravamo anche noi in quel bar ieri …

  5. silvietta ha detto:

    Grazie Vale, a volte occorre solo avere occhi nuovi per guardare le cose. Grazie per tutte le volte che mi ricordi quant’è importante ritrovare la poesia nella vita di tutti i giorni!
    un abbraccio francesca aka silvietta

  6. francesco ha detto:

    mia zona di allenamento e luogo deputato del mio blog

    ps: noi ci conosciamo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...