Due occhi di papà

20120315-195705.jpg

Un mandorlo in fiore, io con mamma e papà in campagna, a correre nei prati per nascondersi dalla nonna buona, che chiamava a squarciagola il mio nome.

Ero la bimba di papà, seduta sulle ginocchia mentre giocava a carte.

Ero la bimba che faceva i compiti, si vestiva bene, con i completini fatti a maglia rosa antico, e le scarpe col cinturino.

Ero la bimba dagli occhi scuri, come i suoi, dalla carnagione olivastra che prende subito colore.

Ero la bambina che obbediva, che andava insieme a lui al borsino la domenica, che dava la mano per attraversare.

Ero la sua “ticchina”, che gli correva incontro al rientro dal lavoro, gli saltava al collo e lo faceva felice.

Ero la figlia che prendeva bei voti, la laurea, l’esame di stato, il lavoro invidiabile e la stima dei colleghi, il papà fiero della sua bambina.

Ero la figlia mora con i capelli a caschetto e tanti libri sulla scrivania, i quaderni senza orecchie e le copertine ordinate, le pagelle da premio la domenica.

La sua bambina lo sono ancora, anche se nel buio della notte penso all’affanno e alla fatica, all’ansia del non sapere, a quello che sarà e che ancora si aspetta.

La sua bambina che guarda i suoi occhi stanchi, la sua vestaglia stropicciata e faticosa, la sua voce innaturale.

La sua bambina che sente i suoi “vado meglio”, che aspetta il giorno della terapia e se lo vede rassegnato, a volte sorridente, a volte stanco, a volte sconfitto, a volte sempre in piedi.

I suoi occhi stanchi mi accompagnano, ma anche un sorriso, una parola, una risata e il sole che illumina il suo letto e la coperta azzurra.

Vado avanti, a volte non riesco ad alzare la testa, a volte sorrido e ci riesco.

E’ marzo in fondo, e il viola delle primule del balcone di fronte e’ la prima immagine quando mi sveglio….

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

13 risposte a Due occhi di papà

  1. yenibelqis ha detto:

    Che male che fa questo post, Valentina. Mi ricorda giorni dolorosissimi.

  2. silvietta ha detto:

    senza parole, ti abbraccio forte. ma forte forte forte da non farti prendere fiato.

  3. valewanda ha detto:

    Silvietta, un abbraccio a te, e buon viaggio e buon compleanno in anticipo…

  4. Rossella ha detto:

    un caro abbraccio pieno d’amore a voi due. L’amore va oltre i ricordi, le ansie e i dolori. L’amore è eterno. Vi amavate prima di venire qui. Vi amerete anche dopo. Guarda tuo padre nella sua essenza e lascia che corpo segua il suo destino. Anche questo è amare

  5. Trilly ha detto:

    partendo dalle primule viola vorrei lasciarti un sorriso a cui attingere nella tua giornata. ti abbraccio.

  6. Lisman ha detto:

    Sii forte Vale, continua così. Un abbraccio forte forte

  7. Pingback: Presentami un blog – la caccia al tesoro di Mammafelice « valewanda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...