Un dvd al giorno…

Eccoci qui, c’è sempre di mezzo Jolanda, come rifiutare un progettino così?

Come dice Veronica, io sono una di quelle che non ha la TV ma vede solo i DVD nel lettore o nel PC. Ma davvero, non è una bufala. Ho fatto il trasloco un anno fa, non avevo voglia di trasportare la carcassa a tubo catodico, e non me ne sono comprata una nuova perchè non mi serviva.

Punto a capo.

Però i DVD li guardo, o meglio, li guardano, perché io i film me li guardo in streaming (abbattetemi…), e pure a bassa risoluzione, che tanto è il contenuto che conta…

Dicevo, loro (i tre), li guardano dopo il bagno, mentre cucino (cerco) una simpatica cena da gustare tranquillamente davanti a un bicchiere di vino (“i sogni son desideri…”, diceva una bionda che tutti conosciamo).

Visto che quella mezz’oretta sacrosanta magari invece che saltare sui letti, rovesciare i giochi sul pavimento, lanciare palle, palloni, soldatini in aria, si riesce anche a stare un cicinin tranquilli, si può anche tollerare una Biancaneve che dir si voglia.

Eccoci al primo dvd della serie, “HOP“, e questo me lo sono guardato anch’io mentre mi si bruciava la polenta sul fuoco (tanto è autunno, ci sono 30 gradi ma è autunno…), e dopo che i miei erano già alla quarta volta.

“Mamma, guarda cosa dice ora, guarda!”. E giù a ridere.

Eh già, perché quando il coniglietto dice che si rilassa con la “Iacuzzi”, e si vede una stanza invasa dal sapone, quelli non li tieni più e iniziano a ripetere a manetta la parola Iacuzzi per l’ora successiva. Vai a capire…

“Mattia di cosa parla questo film, per farla breve?”.

“Un coniglietto simpatico vorrebbe suonare in una band, però suo padre non vuole, perché dice che deve fare il coniglio pasquale. Poi il coniglio scappa in una città fantastica e incontra un umano, Fred, e fa con lui delle avventure. Poi però torna dal padre e gli dice che farà quello che vuole lui, perché è bravo”.

Diciamo che più o meno è così.

Però Mattia non sa che uno dei doppiatori italiani è Luca Argentero (boato), l’altro è Facchinetti (vabbè…), questo ve lo aggiungo io.

E vi aggiungo anche che il finale in cui, pur realizzando il sogno di suonare (bene) la batteria, il coniglio decide di assecondare il padre, è inusuale e apprezzabile, e adattissimo a bimbi e ragazzi di tutte le età. Non è un caso che Mattia sia stato colpito e abbia colto con attenzione il singificato del gesto. “Mamma, alla fine il coniglio vuole fare contento il suo papà…”. Lacrimuccia (mia).

E comunque una spadellata di sane risate ‘sto film ce le regala.

Poi vedete voi…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Un dvd al giorno…

  1. Che bello questo progetto! Un po’ di invidia… e se lo sapessero le mie figlie…

  2. M di MS ha detto:

    In effetti, essendo un filmetto americano e quindi di default con l’impostazione “va e realizza i tuoi sogni” una soluzione finale conciliante è già diversa dal solito.

  3. Silvietta ha detto:

    bella recensione, grazie! 😀 (io per ora faccio tutto nei 10′ di un filmato youtube.. poi mi chiedo perché ho l’affanno 😉 ! baci silvietta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...