mamme in fuga

 

"Vale!"

"Che c’è?"

"Ci sarebbe il telecomando rotto, come faccio?"

"Una risposta ce l’avrei marito caro…."

 

"Signora Valewanda!"

"Mi dica maestra P"

"Ci sarebbe da organizzare la festa di fine anno!"

"Sì, certo, sono qui, pronta!"

 

"Valewanda!"

"Dimmi mamma di M"

"Ci sarebbe da comprare un pensiero alle maestre!"

"Ma certo, eccomi qui!"

"Tanto che vuoi, basta integrare il fondo cassa e siamo a posto…"

"Certo mamma di M, figurati, che vuoi che sia?"

 

"Dottoressa Valewanda!"

"Buon giorno Dott. V, come sta?"

"Bene, bene, ma la mia pratica a che punto è?"

"Non si preoccupi, presto la chiuderemo, abbia fede!"

"Ci pensa lei a mettere una buona parola?"

"Ma certo, si figuri, sono qui apposta"

 

"Mamma!"

"Dimmi Mati"

"La mamma di T ha detto che vorrebbe fare una festa per l’estate!"

"Che bello Mati!"

"Dice che ci sarebbero da fare delle torte… tu le fai mamma vero?"

"Ma è chiaro Mati, la mamma le fa, ci mancherebbe…"

 

"Vale, sono papà"

"Ciao, tutto ok?"

"Sì sì, solo che scade il 7e30"

"Lo so, e quindi?"

"Non mi avete dato le spese mediche!"

"Ma marito N. non te le ha date?"

"No, dice che hai tutto tu, di chiedere a te"

"Ma certo papà, come dimenticarlo? Te le preparo seduta stante, non c’è problema"

 

"Signora Valewanda!"

"Buon giorno rag. B, come sta?"

"Bene bene, ma domani sera viene vero all’assemblea condominiale?"

"Ma veramente…."

"Bene, bene, per fortuna che c’è lei che è avvocato… sa, c’è quella questione con la signora della villetta di fianco a noi, ci sarebbe da studiare cosa fare…"

"Perché?"

"Ma sì, quella questione della facciata, allora ne parliamo domani sera?"

"Ma certo rag. B, conti pure su di me!"

 

"Vale!"

"Ciao mamma, tutto bene?"

"Sì sì, ci sarebbe da chiamare la sig.ra B, del piano di sopra"

"Scusa? E perchè?"

"Ha un problema, una questione erditaria al suo paese, le ho detto che le davi un consiglio…"

"Ah…"

"Le do il tuo cellulare, è questione di dieci minuti"

"Certo mamma, dille di chiamare, figurati"

 

"Signora Vale"

"Dimmi tata N, tutto bene?"

"Sì, però ci sarebbe da andare a ritirare in posta quel documento per me"

"Sì tata N., lo so, appena riesco ci vado"

"Sarebbe da andare giovedì"

"Sì tata N, giovedì, va bene"

"Allora domani va lei?"

"Domani?… Ah è vero, domani è giovedì. Certo tata N., vado io, nessun problema".

 

Tutto a posto, tutto bene, tutto ok.

Sapete che c’è?

Che a Valewanda ogni tanto le scoppia la testa. Marito, figli, mamma, papà, rag. B, Dott. V., mamme, maestre, figli, tata N. E allora l’unica soluzione è prendere baracca e burattini e andare in un posto così, che esiste davvero.

E chiudere tutto.

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Argomenti vari e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

12 risposte a mamme in fuga

  1. Ettore ha detto:

    Cara Vale, vedo che il ritorno dal ponte è risultato indigesto anche a te.
    Consolati: passerà. Forse…
    Ettore

  2. Panzallaria ha detto:

    dov’è?????????lo voglio anche io!!!!!!!indirizzo subito valewanda: potresti salvare nuguli di mamme esaurite ;-)a parte gli scherzi: bravasono con tealmeno con il pensiero

  3. silvietta ha detto:

    capisco… a volte, in ufficio, gli ultimi mesi di gravidanza, arrivavo a nascondermi per gustare in silenzio almeno la tisana (e senza cellulare! email o altro…). dai dai dai che ce la fai… e se non ce la fai… chiudi tutto! la foto mi fa già sognare…. silvietta

  4. Mr.Loto ha detto:

    Ah ah ah….coraggio!!

  5. piattinicinesi ha detto:

    io lo cerco disperatamente un posto così, dentro la mia testaprima di scoppiare

  6. bstevens ha detto:

    ohhhhhhhhhhhhhh, si, ci sto, ci vengo anche io con te (di nuovo!) quando??

  7. annabella ha detto:

    vale, sei fantastica!!!!
    stavo per leggere il tuo post, quando passa colui che mi sopporta, dà una fugace sbirciata al titolo e commenta: “mmm..mamme in fuga? andiamo bene…”. chissà, forse ha un po’ paura…:-)

  8. lorenza ha detto:

    … e Valewanda, arrivata sul bordo della piscina, stesa la spugna sul lettino, si sdraiò. E dormì per 3 giorni di fila. (ipotesi di mamma sfinita affetta da narcolessia acuta, durante il weekend passato 😉

  9. fgem ha detto:

    ma in tutto questo bailamme il marito che fa?

  10. valewanda ha detto:

    @Ettore: ma no, che dici?
    @Panz: eccoti il link: http://www.agriturismomoscatello.it
    @silvietta: ma sì che ce la faccio, mi sfogo e poi mi rialzo…
    @Mr Loto: grazie!
    @Piattini: ma il posto c’è, e noi ne conosciamo anche un altro in Toscana, no?
    @stevens: quando vuoi, è pure vicino questo qui, un ora e tre quarti e si arriva…
    @Anna: i mariti hanno sempre paura delle donne e il web…
    @Lorenza: sì, magari….

  11. 8e30am ha detto:

    Senno’ vieni a trovarmi tra i castagni!

  12. lisa2007 ha detto:

    accidenti Vale, una volta ogni tanto bisogna davvero essere capaci di chiudere la bancarella e ritirarsi per riposare. Brava!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...