un transatlantico di carta ti regalerò…

 

Viola è in ritardo, dovrebbe essere già fuori a quest’ora.

I bambini si lamentano, il telefono squilla, i vestiti sono da un’ora sul letto in attesa di qualcuno che li indossi.

E’ un’occasione speciale: da tanto non vede l’amico F, che è anche il suo scrittore, che le ha dedicato un romanzo e un racconto, e ce li ha lì, sulla libreria e nella mente, sempre.

La bici ha la ruota sgonfia, la borsa è piena di biglietti e bigliettini, un giorno o l’altro bisognerà buttarli via. Le chiavi del box sono in fondo, il cancello si apre e Viola esce.

Tira fuori l’ipod ma proprio quella sera non funziona e non regala la sua melodia.

Viola si stringe nella sciarpa, viola come lei, e inizia a pedalare.

Corre veloce, sorpassa autobus e guarda nei finestrini per vedere le facce della gente.

Passa davanti al cinema sul parco e butta l’occhio ai film in programma, è da un po’ che non si fa una serata al cinema, magari è ora di chiamare l’amica E.

Corre, è in ritardo, fa un senso vietato e chiede scusa a un automobilsta che la guarda storto, e poi le sorride.

Arriva, saluta l’amico F che la aspetta là davanti, assorto come sempre nei suoi pensieri, con un giornale in mano che ha nella pagina centrale uno dei suoi racconti.

Entrano, in fondo non è poi così tardi, e hanno il tempo per un sorriso davanti a due pizzette morbide non troppo calde.

La sala è piena, ma non pienissima, segno che a sentire i poeti si è ancora in minoranza. Non è un male, tutto sommato.

Lui entra, si siede, prende l’appaluso e inizia a cantare.

Il bicchiere d’acqua sul suo tavolino cade, e le gocce iniziano a scendere e fare da cornice ad una canzone.

"Un canarino canterino addomesticherò, per le giornate scure…".

E’ la sua preferita, Viola si mette comoda e ascolta, si guarda intorno e vede che tutti ascoltano cantando solo poche parole. Sorridono, pensano, sembrano assorti.

Entra qualcuno, suona il violoncello, lo spettacolo cambia colore ma non magia.

I sussurri si fanno più veloci, un racconto su un pezzo di cielo a trapezio incanta e diverte.

"Dentro la tasca di un qualunque mattino, dentro la tasca ti porterei, nel fazzoletto di cotone e profumo, nel fazzoletto ti nasconderei…".

Viola è non si perde nulla, si chiede com’è che non lo ascoltava da così tanto tempo, troppo presa a canticchiare melodie orecchiabili ma che non dicono niente.

Viola, o forse Valewanda, guarda l’amico F e lo ringrazia di averla portata là, quella sera. Pensa a casa sua, ai suoi quattro uomini in pigiama che l’aspettano dormendo, e in fondo si sente felice.

                           Concerto di Gian Maria Testa, 25 marzo Auditorium -Milano

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Argomenti vari e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

8 risposte a un transatlantico di carta ti regalerò…

  1. torta ha detto:

    in bocca al lupo!

  2. bstevens ha detto:

    vale!
    se per caso la E. sono io… eccomi!!! e se non sei tanto stanca, anche questo giovedì. ci sono in giro un sacco di bei film!
    ps mi sono tanto rivista, in questa tua Viola. ogni tanto anche io le fò, codeste follie nottambule sull’onda della passione per qualcosa – che la molla sia un film, un personaggio, una musica.. è sempre bello. tu mi capisci (no?)

  3. valewanda ha detto:

    @torta: crepi, grazie per il pensiero!
    @Bstevens: certo che sei tu, ma questo giovedì ho i cineforum. Il prossimo?

  4. vebroske ha detto:

    come sono gelosa di quel romanzo e quel racconto che ti ha dedicato! ;)))

  5. piattinicinesi ha detto:

    meraviglia……lui è un grande, troppo poco conosciuto

  6. lorenza ha detto:

    che bellezza, nient’altro!

  7. Paola ha detto:

    Intimo, accogliente; davvero una bella atmosfera(Un peccato esser mancata, fff)

  8. Mamma Imperfetta ha detto:

    Un post poco da blog ma tanto bello. Come te.Silvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...