tra urla e pianti…

 

Ecco che mamma Vale e Mattia s’incamminano per il secondo giorno d’asilo.

Mattia guarda in basso, non troppo convinto, e tiene la mano di mamma Vale con le unghie conficcate nella sua carne.

Dieci, cento metri, finché il piccolino realizza che la mamma lo sta "veramente" portando ancora da Paola e Rosella, non per scherzo.

Gli viene il magone, chiede di fermarsi, di tornare a casa, ma mamma Vale, con il sorriso più dolce del mondo, prosegue piano, cercando di distrarlo con le macchine che passano, le vetrine, i simboli delle case automobilistiche, che ormai sa a memoria.

"Mamma non volo andare…".

Mamma Vale ha un mancamento, ma prosegue lenta.

"No, no, no…", incalza Mattia.

Mamma Vale tiene, va avanti, finché Mattia si blocca a dieci metri dall’asilo.

"Non volo andare, nooooooooooooooooooooo….".

Mamma Vale non sa che fare, convincerlo è inutile, lo prende in braccio, un macigno di diciassette chili e lo porta dentro, a campanella suonata, fino alla classe, con le maestre che sorridono, lo chiamano, lo invogliano con mille giochi.

Mattia non ne vuole sapere, si siede per terra serio (proprio lui che è tutt’altro che serio), Paola e Rosella fanno cenno a mamma Vale di allontanarsi in direzione e aspettarlo là.

Si sentono grida, pianti, forti, mamma Vale prosegue il suo cammino e fa lunghi sospironi, chiude gli occhi e si va a sedere con le altre mamme.

Dopo venti minuti arriva Rosella e parla a tutte dicendo che va tutto bene, poi arriva a mamma Vale, e cerca di assumere un’aria rassicurante.

"Mattia è per terra che piange, ma si deve sfogare, è un pianto di rabbia, non capricci, stia tranquilla.".

"Ah….". Mamma Vale è tutt’altro che tranquilla ma attende paziente e guarda l’orologio.

Passa un altro quarto d’ora e arriva Paola

"Mattia si è calmato, ha preso un orsetto e non piange più".

Passano venti minuti e suona la campanella, arriva Mattia e sorride solo a intravedere da lontano la mamma in trepidante attesa. Che tortura.

La guarda e le dice: "Mamma, ho pianto tanto, ma domani non piangio più"….

Mamma Vale trattiene le lacrime e lo abbraccia, il suo ometto.

Che fatica…. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Argomenti vari e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

15 risposte a tra urla e pianti…

  1. Silvietta ha detto:

    Non ce la posso fare.E’ il mio tallone d’achille l’inserimento.Sull’orsetto sono capitolata.

  2. theitalianmom ha detto:

    ti capisco, ti capisco. ho vissuto le stesse cose con il mio grande, sia al nido che alla materna. e con il piccolo al nido. settimane e mesi, non riuscivo a inserirli. stavo male e mi sentivo in colpa. poi tutto è cambiato, entrambi hanno preso benissimo l’asilo e hanno un bellissimo ricordo. nessun bambino è prevedibile, nessuno sa mai dirti se piangerà e per quanto. ti sono tanto vicina, vedrai che supererai il momento e tutto ti sembrerà solo un ricordo, come alla sottoscritta.

  3. Aiduco ha detto:

    Uhhhh io ho pianto tantissimo… tantissimi giorni (vabbè ero un piagnone :P)…
    Almeno mattia è stato affidato a persone con il cervello, e non ad una pazza come fu per me 😀
    un abbraccio

  4. piattinicinesi ha detto:

    è bellissimo questo diario dell’inserimento…consrva tutto per quando sarà grande, baci

  5. Fulvia ha detto:

    Vale, mi hai fatto venire il magone..io il 6 ottobre inizio l’inserimento di Matteo al nido..coraggio!Un abbraccio,
    Fulvia (moglie di Ettore Tacco e mamma di Matteo)

  6. fgem ha detto:

    perchè ti esprimi in terza persona?

  7. valewanda ha detto:

    @silvietta: anch’io, quando la maestra mi ha raccontato che ha agguantato winny pooh..
    @theitmom: lo so che passerà, già oggi è andata meglio, ma al momento è durissima.
    @aiduco: cuore di papà
    @piattini: certo, un giorno stamperò tutto e ne farò un bel diario…
    @fulvia: bevenuta! Non preoccuparti, l’anno scorso al nido problemi pari a zero, quindi anche per te andrà bene, stai serena. A proposito, quando posso vedere Matteo? Magari una domenica ci vediamo al parco delle ceve, che è dietro casa vostra e vicino a noi…
    @fgem: così, a volte raccontare viene meglio in terza persona. Non sono la prima che lo fa…

  8. lisa2007 ha detto:

    … ti sono vicina anche io.
    Sono i momenti in cui vedi tutte le altre mamme serene e tranquille, e ti chiedi se il problema sia davvero solo tuo.
    In realtà son tutte (o quasi) lì che trattengono le lacrime.
    Io andavo via sempre piangendo ma vabè, io non faccio testo. E’ durissima, ma capirà che poi tu torni sempre a prenderlo, e tra di voi non è cambiato nulla.

    Ti abbraccio forte, e ricordati che l’anno prossimo avrò bisogno delle stesse parole per l’inserimento di Godzilla ;))

  9. valewanda ha detto:

    @Lisa: è proprio così… ricambierò le tue parole di sicuro, quando toccherà a Godzilla. Per ora grazie, la solidarietà di tutte voi mi aiuta molto. Comunque oggi è andata meglio

  10. laura ha detto:

    cara vale, tieni duro! anche se non ho bimbi, come ben sai, ne sto inserendo ben 7 al nido..diciamo che sono dall’altra parte della barricata! tu stai serena, è normale che matti pianga e si disperi, pensa solo che tutto passa e quando meno te lo aspetti il tuo piccolino starà sereno all’asilo. Con calma! un abbraccio forte!

  11. valewanda ha detto:

    @laura. Grazie, ti ho pensata molto in questi giorni, magari avessi una maestra come te… Un bacio

  12. alleg67 ha detto:

    ti sono vicina pure io, ricordo ancora fin troppo bene quella sensazione, ma poi passerà, e il piccolo grande ometto sarà piu’ sereno vedrai!!
    un abbraccio!!

  13. valewanda ha detto:

    @Alleg67: grazie anche a te, passerà, passerà…

  14. solita ha detto:

    ti abbraccio fortissimo!
    Nella nostra settimana di inserimento il topo non ha pianto MAI, mentre io ho pianto quasi ogni giorno…e la maestra ha dovuto farmi anche da psicologa.

  15. valewanda ha detto:

    @soliya: vedrai che ti passerà quando lui continuerà a giocare e si divertirà. Ti abbraccio forte anch’io.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...