la giostra dei gemelli, ovvero giornata tipo dal 18 marzo

 

Ecco, oggi vorrei far realmente capire la mia giornata dalla nascita dei gemelli. Vi risparmio proprio il primissimo periodo, perché è meglio dimenticarselo e, giusto per farvi capire, vi descrivo nei dettagli la giornata di lunedì. Tenete conto che per me questo periodo è buono, ho del tempo per me, anche se risicatissimo, ma è tutto una conquista. Dopo aver letto il post voglio capire chi ha il coraggio di dire che farebbe a cambio con me.

ore 4,00: mamma Vale si alza in coma per la 1^ poppata di Ricky.

ore 5,00: finita poppata, Ricky fa storie per addormentarsi. Mamma Vale lo mette giù e lo tira sù circa 4 o 5 volte, e alla fine il pargolo capitombola.

ore 5,20: mamma Vale torna a dormire.

ore 8,00: arrivo della Tata peruviana, papà Nico si alza e va a svegliare Mattia, alquanto incavolato. Papà Nico prende il lettino mobile di Ricky, che è l’unico della famiglia a dormire in soggiorno, e in vista del casino lo posiziona sul letto matrimoniale dalla sua parte, posto che dall’altra mamma Vale dorme ignara in coma. La tata veste Mattia, che prende un bicchiere di latte e poi esce con il papà alla volta del nido. Mamma Vale è sempre in coma.

ore 8,30: mamma Vale apre gli occhi per la 1^ poppata di Tommy (bravo, ultima poppata precedente ore 00,30).

ore 9,30. finita poppata, Tommy fa storie per tornare a dormire, mamma Vale lo dondola e alla fine si addormenta.

ore 10,30: mamma Vale va a prendere Ricky per la seconda poppata.

ore 11,00: la tata se ne va, mamma Vale saluta, con l’aria poco sveglia.

ore 11,30: arrivo di nonna Angela, mamma Vale ha ancora Ricky in braccio, alquanto inquieto e con poca voglia di dormire. Nonna Angela lo prende, "Valentina, non vedi che vuole andare in giro per la casa? Lo prendo io!". "Prendilo mamma, io intanto mi vesto…".

ore 12,00: mamma Vale dà un’occhiata al pc, legge qua e là i quoi blog preferiti, va su ebay a controllare le aste che ha in corso, si lava e si veste.

ore 12,30: mamma Vale prepara un bibe di scorta ed esce per andare in posta e in cerca di un parrucchiere, senza sapere che il lunedì i parrucchieri sono chiusi, visto che ultimamente non li frequenta molto. Fa un giretto felice del sole appena spuntato, sbriga le sue faccende all’ufficio postale, e poi torna a casa per il pranzo.

ore 14,00: mamma Vale torna a casa mentre nonna Angela sta finendo di dare il bibe a Tommy (2^ poppata), affamato da paura, e allestisce la tavola per il pranzo, ringraziando nonna Angie delle preziose cibarie (tagliatelle al ragù).

ore 14,10: mamma Vale e nonna Angela pranzano, Tommy sta nella sdraietta non troppo convinto.

ore 14,30: mamma Vale prende Ricky ormai straziato dalla fame per la terza poppata, e insieme a nonna Angela (che nel frattempo ha tirato sù Tommy dalla sdraietta) guarda il suo telefilm preferito, ovvero quella spazzatura di "Centovetrine", l’unico che riesce a seguire, visti i neruroni ormai atrofizzati da pannolini e biberon.

ore 15,30: finita poppata di Ricky, entrambi i pargoli capitombolano.

ore 15,35: mamma Vale esce in bici nuovamente alla ricerca del parrucchiere, e finalmente capisce che i parrucchieri il lunedì sono chiusi.

ore 16,00: mamma Vale beve un caffè e si avvicina al nido di Mattia, felice di fargli la sorpresa e di portarlo a casa in bici.

ore 16,10: Mattia e mamma Vale sfrecciano felici per dieci minuti verso casa, con i capelli al vento e la gioia negli occhi.

0re 16,30: mamma Vale e Mattia tornano a casa e beccano nonna Angela sul balcone con Tommy in braccio. "Sai Vale, piangeva troppo, avrà fame…".

ore 16,35: in effetti la nonna ‘sta volta ha ragione, mamma Vale attacca Tommy per la 3^ poppata e il povero poppante si attacca come una ventosa per quaranta minuti buoni. dopo, crolla esausto.

ore 17,45: Mattia reclama per andare al parco, ma proprio mentre mamma Vale si prepara per portarlo ecco lo scroscio della pioggia e si deve ripiegare sulla visione di "Cenerentola" per la quinta volta consecutiva.

ore 18,30: mamma Vale si rende conto di essere a corto di pannolini e corre al dì per dì, felice di fare un altro mini giretto e prendere un po’ di respiro, e un po’ di spesa varia.

ore 18,25: mamma Vale rientra a casa a nonna Angie ha già in braccio Ricky, che reclama la sua 4^ poppata. Sistema la spesa in fretta furia e attacca il ciucciatore, che mangia alla velocità della luce.

ore 19,45: rientro a casa di papà Nicola, a cui Mattia si attacca piangendo per giocare. Papà nicola lo prende, lo sveste, e gli fa il bagnetto, mentre mamma Vale allestisce la tavola per la cena, con sospresa di tartine di salmone e vino fresco per papà.

ore 20,00: nonna Angie, povera crista, saluta e va a casa, dove arriverà dopo circa 40 minuti e là la aspetterà il nonno Renzo affamato, che probabilmente avrà lavato l’insalata, suo passatempo preferito da quando è in pensione.

ore 20,05: la famigliola cena tranquilla e chiacchiera della giornata appena trascorsa, con Mattia di buon umore.

ore 21,30: ecco Tommy che reclama la sua quarta poppata, e di nuovo pronti via.

ore 0,00: mamma Vale e papà Nicola, poveri illusi, si preparano per andare a letto. Pigiama, denti, camomilla, bacio affettuoso sulle labbra, luci spente alle ore 0,25.

ore 0,30: l’illusione finisce presto, perché Tommy e Ricky, in contemporanea, reclamano la loro quinta poppata, e papà e mamma si ritrovano insieme sul divano, una con tetta e l’altro con biberon.

ore 1,30: Tommy capitombola, papà Nicola ha finito il suo dovere e va a letto. "Buonanotte", mi dice, e ovviamente porta sfiga.

ore 1,35: anche Ricky ha finito la sua poppata, ma i suoi occhi sono aperti come lanterne e di dormire non ne ha alcuna voglia. Mamma Vale lo tiene in braccio, lo mette giù e lo tira sù, lo riprende in braccio, e così via, fino alle ore 3,00.

ore 3,05: mamma Vale esausta si corica, e istantaneamente crolla nel mondo dei sogni, ma il malefico Ricky è ancora in agguato.

ore 4,00: pianto dirotto di Ricky, mamma Vale si alza imprecando ("che vita cazz…..") e lo gira a pancia in giù.

0re 4,10: Ricky crolla e mamma Vale pure…

Il resto è la storia di
ieri, ma ve la risparmio….

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Argomenti vari e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a la giostra dei gemelli, ovvero giornata tipo dal 18 marzo

  1. alleg67 ha detto:

    no, scusa, ma come fai!!!
    no, perché mi viene da chiedertelo, cavoli, sei una tosta mia cara!!
    io ho solo una figlia di quasi 10 anni, diciamo che almeno dormono..
    la mia fino a 4 anni, non ha mai dormito né di notte, né di giono, impazzivo, dormiva un’ora e poi si svegliava, prima per le poppate, poi perché voleva girarsi, poi perché aveva paura, insomma per notte mi alzavo 15/20 volte, il mattino ero morta, e lei pimpante…
    dormiva solo in braccio, appena la mettevo giu’ strillava…
    insomma ho incominciato a vivere quando ha compiuto 4 anni, quella notte, ha fatto la notte tutta intera, al mattino mi sono svegliata e ho detto a mio marito: é morta!! non puo’ essere vero ha dormito !! e da li é andata bene…

    posso essere sincera, non farei cambio!!

  2. theitalianmom ha detto:

    so che non è bello dirlo, ma non ti innvidio.

    un consiglio: stampa questo post, mettilo in cassaforte e quando i tuoi saranno adolescenti in periodo di contestazione dei genitori faglielo leggere. almeno un po’ in colpa si sentiranno?

  3. Amanda G. ha detto:

    Credo che non si possa capire cosa significa stare senza sonno per anni, se non lo si è passato. Io ho avuto un figlio dietro l’altro e, per motivi diversi, non ho dormito una notte intera per 4 anni. Ero stravolta: un’altra persona.Considera che tu hai anche la fortuna di un sostegno (tata, nonna). Non posso pensare a chi non ha sostegno.

  4. valewanda ha detto:

    @Alleg67 e Amanda G: in realtà io sono fortunata, perché il mio figlio grande dorme tutta la notte fin da quando aveva tre mesi, e anche i gemelli, a parte eccezioni, iniziano comunque a tirare anche sette ore di fila. Ieri, per esempio, Riccardo ha dormito dall’una alle nove di stamattina, mentre Tommy aveva fatto così la sera prima.m Confido che tra poco tirino dietro al fratello….
    @the italian mom: mi sembra un’ottima idea, vorrei vedere poi se avranno il coraggio di chiedere insistentemente il motorino

  5. princes ha detto:

    complimenti, allattare due gemelli non è da tutti. io già con solo uno alla volta ho resistito molto poco

  6. valewanda ha detto:

    @princess: grazie, ma la mia è anche la fortuna di avere tanto latte. Sicuramente non è facile e ci vuole tenacia, ma sono stata anche molto fortunata..

  7. lisa2007 ha detto:

    Eccomi qua!!! :-))
    complimenti, sei una donna bella tosta.
    Io fortunatamente ho avuto due bambini che han sempre dormito. Anche ora li metto a letto alle nove e fino alle 7.30 – 8.00 dormono indisturbati. Non so come fai tu, non so come farei io al tuo posto. Non so come si possa mantenere la calma e il sorriso e l’entusiasmo tutto il giorno nonostante questa routine.
    ti faccio i miei complimenti, carissima.

  8. valewanda ha detto:

    @Lisa2007: Bentornata! Guarda, con Mattia anch’io sono stata fortunata, perché da quando ha tre mesi dorme tutta la notte senza interruzioni, e il wek end addirittura si alza alle 10,30, dormiglione com’è, come i suoi genitori. In realtà i gemelli adesso, a parte qualche notte, tipo quella che ho descritto, iniziano a tirare anche sette ore di fila, quindi sono sulla buona strada. Il problema è che sono due, quindi tutto è raddoppiato. Però sono contenta, stanno crescendo bene, Mattia mi fa divertire, e tutto ciò mi porta ad avere sempre il sorriso e il buonumore. Ho avuto anch’io i miei crolli, tipo un mesetto fa, in cui ero un po’ a terra. Ma ora mi sento in forma!

  9. laura ha detto:

    Leggo un po’ in ritardo il tuo post e comprendo fin nei minimi particolari…sono mamma di due gemelli di 6 settimane – mattia e christian – e per il momento tengo duro! La fortuna (lo dico a bassa voce) è che i bimbi si alternano (singhiozzo, occhi spalancati in piena notte, il ciuccio che cade, mal di pancia etc.) Per la serie ‘meglio vedere il bicchiere mezzo pieno’, mi dico sempre che potrebbero anche piangere insieme invece fortunatamente il più delle volte si danno il turno! mi sono fatta contagiare da tutte voi e sto imbastendo un mio blog, al momento ancora un po’ sguarnito, se decidessi di non pubblicarlo lo terrò come diario personale
    un saluto

  10. valewanda ha detto:

    @Laura: dimmi l’indirizzo del tuo blog, così ci do un’occhiata, se è già pronto. Dunque anche tu sei nella mia situazione… o meglio, per fortuna tre mesi sono passati, ora di notti in bianco non ne faccio più e da quando mio marito si alza a dare il bibe a uno dei due (l’altro lo allatto io), dormiamo delle ore decenti. Se hai bisogno sentiamoci!

  11. laura ha detto:

    ti ho mandato indirizzo del blog via mail – almeno credo!-

  12. laura ha detto:

    ti ho mandato indirizzo blog via mail – almeno credo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...