ciabatte, pigiamone e capelli da Maga Magò

 

Se mi aveste visto un anno fa, vi sareste trovati di fornte a una ragazza mora dal taglio di capelli sbarazzino, sedere tondo in un paio di jeans a vita bassa di Zara, stivali marroni da combattimento, maglietta e giacca a costine. Mi avreste visto sfrecciare per le vie di Milano sulla mia bici, con borsa a tracolla e mp3 nelle orecchie, cantando a squarciagola alla faccia dei passanti, fino a giungere in Cordusio in ufficio, immersa in due diligence, avvocati, collaboratori problematici e riunioni fino all’ora di cena.

 

Se mi aveste visto tre mesi fa, vi sareste trovati di fronte a una ragazza mora dal taglio di capelli poco curato (un po’ scalati, un po’ corti, un po’ lunghi, non si sa), sedere tondo in un paio di pantaloni di velluto pré maman, ballerine senza tacco nere, maglietta e maglione a trecce. Prima di me avreste visto una pancia stratosferica a mò di mongolfiera, un sorriso radioso e uno sguardo che attende.

 

Se mi vedeste ora, vi trovereste davanti una ragazza mora con capelli scarmigliati stile "Maga Magò", che necessitano del parrucchiere dal mese di luglio, con ciuffi bianchi, stoppa a tratti e doppie punte e gò gò. Vedreste. da dietro, un sedere completamente piatto, in un pigiama a mucche, ciabattone sempre a mucca che da bianche sono ormai grigie, occhiali rossi che anrebbero cambiati, e soprattutto occhiaie fino a terra e aria tra il perplesso e lo stanco. Prima di me, vedreste un poppante attaccato al mio seno, un altro in una cesta di vimini di fianco, e un duenne urlante sulla sua macchina da paperino darvi il benvenuto sulla porta di casa.

 

Sembra incredibile, ma quella ragazza mora sono sempre io, e non mi arrendo a questa nuova veste casalinga, e aspetto solo il momento di poter di nuovo salire sulla mia bici a conquistare con tre mocciosi nel sellino gli angoli nascosti della milanese città.  

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Argomenti vari e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a ciabatte, pigiamone e capelli da Maga Magò

  1. pinna_piccola ha detto:

    come non condividere questo quadro magnifico in tutte le sue sfumature … da super donne a super mamme che non mollano mai anche quando non si dorme la notte o il pianto incessante ti ribalta l’intestino… io che neonato (neanche + tanto neonato) ne ho solo uno sono convinta che volere sia potere e che tu vuoi quindi puoi! con mucche, senza mucche con i capelli spettinati o ordinati, arriveranno giornate migliori vedrai e sarai raggiante come prima!
    p.s.:noi abbiamo sconfitto anche la sesta malattia con giorni di febbre da cavallo e notti insonni!
    e vai… anche questa è fatta!

  2. valewanda ha detto:

    @pinna_piccola: cara Patri, lo so, tengo duro.. non chiedo molto, ora vorrei solo che mi passasse questo mal di testa da scoppiare..

  3. lisa2007 ha detto:

    coraggio coraggio… non sarà sempre così!
    ora ci sono loro che ti trattengono in questa empasse, ma appena l’età lo consentirà uscirai di nuovo dal guscio, e ti impadronirai di nuovo di te stessa!

    (te lo dice una che sta ancora aspettando che gli eventi lo consentano, pur essendo passato ormai un oceano sotto i ponti!! ;-))

  4. valewanda ha detto:

    lo so Lisa, devo avere coraggio, ma in questi giorni a complicare tutto c’è un terribile mal di testa che non mi fa dormire… ma so che tutto passerà, ci vuole solo tempo.

  5. serialmama ha detto:

    Ce la puoi fare, anche se non so come, con due gemelli e duenne, ma di sicuro ne uscirai 😉 Hasta la victoria!p.s grazie per il link!

  6. valewanda ha detto:

    @serialmama: figurati, il tuo blog è molto carino… ce la farò, ce la farò, almeno lo spero…

  7. vania ha detto:

    non posso fare altro che incoraggiarti e dirti “tieni botta!!!”baci e notte!vania

  8. valewanda ha detto:

    @Vania: sì, tengo duro, e speriamo in tempi migliori…

  9. laura ha detto:

    ma 3 come li porti???(la parola è “stanca”, si adatta a entrambe…ronf)

  10. valewanda ha detto:

    @Laura: quando usciamo in tre non sono mai da sola, al massimo vado ai giardinetti sotto casa con il passeggino treno e Mati a piedi, ma direi che non è ancora successo. Di solito vedo con mia mamma a prendere Mati all’asilo con il treno, e lui nell’altro passeggino o a piedi, oppure con mio marito nel wek end in giro… oppure esco con loro prima che esca Mattia, o sola con Mattia e mia mamma a casa con i gemelli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...