Ricordi del Portogallo (ormai lontani)…

 

Mia mamma ancora si innervosisce quando le parlo del Portogallo, semplicemente perché non mi pento di aver portato in giro un bambino di un anno e mezzo… no, non mi pento.

Peccato che il ricordo sia lontano, troppo lontano, perché subito dopo sono corsa in ospedale, e da lì a letto, e il seguito lo sapete da uno degli scorsi post. Ma io non mi pento, perché è stato un viaggio bellissimo, il primo viaggio di noi tre.

Riguardo le foto cento volte, le ho tutte riordinate, modificate per renderle più belle, studiate da mille angolazioni, e ancora sento il sole, i sapori, gli odori, gli scorci che mi hanno incantato e che ho potuto condividere anche con un bambino così piccolo come Mattia. Sono tante le sensazioni che potrei raccontare, i luoghi che potrei descrivere, ma alcuni momenti li voglio proprio imprigionare e fissare qui, in uno dei miei angoli. La visita alla fortezza di Sagres, bianca da accecare, e Mattia che corre felice di vedere un posto unico al mondo; Obidos di sera (non di giorno perché è pieno di turisti senza un perché), senza nessuno, e sempre Mattia che percorre a perdifiato una stradina di ciottoli con una vecchina che cuce davanti alla sua casa di mattoni; Lisbona e il suo Bairro alto, e quella ragazza che scrive su un quaderno mentre beve un bicchiere di vino rosso senza pensare a chi le passa di fianco; Porto e la serata di risate con Laura e Nicola, che camminano curiosipercorrendo strade non note; Vila do Conde, e le sue onde alte un metro che per incanto compaiono a ferragosto, in un luogo senza turisti con il cielo più speciale che c’è. E poi le sere, nelle stanze d’albergo, con Mattia che dorme, e noi a cercare i nostri angoli dove stendere l’asciugamano per terra e bere un po’ di vino dal frigo bar attenti a non far rumore, felici e basta. E io con il mio quaderno di viaggio, in cui ho iniziato a sperare, e ora lo faccio tutti i giorni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in On the road. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Ricordi del Portogallo (ormai lontani)…

  1. Paola ha detto:

    Come ti capisco. Ricordo molto recente del Portogallo. Sono rientrata due settimane fa ed ho ancora addosso le stesse sensazioni che hai provato tu. Ho scattato piu’ di 800 foto, prese da ogni angolazione. E’ un posto che incanta, e’ pura magia e ci ritornero’ molto presto.

  2. Amanda G ha detto:

    Adoro Lisboa, come cantano i Madredeus. Conosci? Due gemelli sono tosti, però sappi che io con due bambini piccoli (2 anni di differenza l’uno dall’altro) sto girando l’Europa (e siamo stati anche in Tunisia). A un anno della prima siamo stati in Grecia. Quindi se tu sei matta, io sono da rinchiudere!

  3. valewanda ha detto:

    @amanda: no, non conosco. Allora prenderò spuntp da te

  4. Saraeco ha detto:

    io ci ho vissuto per un anno in Portogallo e lì…ho anche trovato marito!!! :DPerò ci manco da circa 5 anni, la “saudade” si fa sentire forte…mi consolo (e consolo il consorte) cucinando i piatti della tradizione portoghese: mio figlio li adora!!!BeijosSara

  5. valewanda ha detto:

    @saraeco: è un posto davvero meraviglioso, ci ho lasciato il cuore…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...